Prof. MARCO MONTI

Medico Chirurgo SPECIALISTA in Ginecologia, Ostetricia e Patologia Clinica

Endoscopia

Polipo uterino

CHE COS’È IL POLIPO UTERINO

I polipi uterini sono escrescenze, peduncolate o sessili e generalmente benigne, che crescono nell’endometrio all’interno della cavità uterina o nel canale cervicale dell’utero.

Le dimensioni dei polipi uterini oscillano da pochi millimetri ad alcuni centimetri. Possono crescere singolarmente, in coppia oppure formare gruppi più numerosi (aggregati complessi costituiti da molti polipi di piccole dimensioni) la cosiddetta poliposi uterina.

LE CAUSE

Non si conosce la precisa causa responsabile della poliposi uterina. S’ipotizza che lo sviluppo dei polipi nell’utero dipenda dall’eccessiva crescita delle cellule endometriali, innescata da un eccesso di produzione di estrogeni che possono derivare da terapie ormonali sbilanciate oppure possono essere prodotti dalla paziente stessa. Le donne di età compresa tra 40 e 50 anni (periodo peri e premenopausale) sono più esposte al rischio di poliposi uterina.

 

SINTOMI DEL POLIPO UTERINO

La presenza del polipo uterino può essere ipotizzata nei seguenti casi:

  • Ciclo mestruale irregolare
  • Ipermenorrea
  • Menorragia
  • Spotting

Il polipo uterino, in alcuni casi, può ostruire le aperture all’interno dell’utero delle tube di Falloppio oppure occupare la cavità uterina, ostacolando la fecondazione e divenendo una possibile causa di infertilità.

COME DIAGNOSTICARE IL POLIPO UTERINO

La diagnosi di polipo o poliposi uterina può essere accertata, in primo approccio mediante esame ecografico transvaginale, successivamente, come esame di secondo livello quindi più approfondito con l’isteroscopia diagnostica. Anche l’isterosonografia può dare delle buone indicazioni indirizzando la diagnosi, ma l’esame endoscopico, cioè l’isteroscopia diagnostica è il gold standard per una diagnosi certa e affidabile.

 

TERAPIA

I polipi uterini solitamente benigni si trasformano in tumori maligni nel 3% dei casi.

Quando sono di piccole dimensioni e senza sintomi possono non necessitare di alcun trattamento specifico, ma richiedono un controllo annuale per verificare se hanno la tendenza a crescere o a cambiare il loro aspetto.

Talvolta, può essere indicata una terapia farmacologica (progestinici o estropogestinici) a seconda dell’età della donna.

I polipi uterini di grosse dimensioni e sintomatici, cioè che danno origine a sanguinamenti, devono essere rimossi chirurgicamente con l’isteroscopia operativa oppure con l’isteroscopia office, una moderna tecnica chirurgica ambulatoriale che non richiede ricovero né anestesia generale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Parliamo anche di

Laporoscopia: la tecnica chirurgica mininvasiva che ha rivoluzionato le procedure diagnostiche ed operatorie
Utero setto: una delle malformazioni più frequenti che colpiscono il corpo della donna
L’isteroscopia è una tecnica mini-invasiva endoscopica che consente di diagnosticare e curare diverse condizioni patologiche